Contenuto principale

Messaggio di avviso

(SEDE VIA MAZZINI - SAVA)

Orario settimanale del Triennio dell’indirizzo Chimica, Materiali e Biotecnologie – Articolazione Biotecnologie Sanitarie

Discipline del piano di studi

Ore settimanali per

anno di corso

III

IV

V

Religione / attività alternative

1

1

1

Scienze motorie e sportive

2

2

2

Lingua e Letteratura italiana

4

4

4

Storia

2

2

2

Lingua Inglese

3

3

3

Matematica

3

3

3

Complementi di Matematica

1

1

-

Chimica analitica e strumentale

3

3

-

Chimica organica e biochimica

3

3

4

Biologia, Microbiologia e tecnologie di controllo ambientale

4

4

4

Igiene, Anatomia, Fisiologia, Patologia

6

6

6

Legislazione sanitaria-

-

-

3

Totale ore settimanali

32

32

32

(Allegato C6 al D.P.R. 15 marzo 2010, n. 88)

Profilo

Il Diplomato in “Chimica, Materiali e Biotecnologie”:

  • ha competenze specifiche nel campo dei materiali, delle analisi strumentali chimico-biologiche, nei processi di produzione, in relazione alle esigenze delle realtà territoriali, negli ambiti chimico, merceologico, biologico, farmaceutico, tintorio e conciario;
  • ha competenze nel settore della prevenzione e della gestione di situazioni a rischio ambientale e sanitario.

È in grado di:

  • collaborare, nei contesti produttivi d’interesse, nella gestione e nel controllo dei processi, nella gestione e manutenzione di impianti chimici, tecnologici e biotecnologici, partecipando alla risoluzione delle problematiche relative agli stessi; ha competenze per l’analisi e il controllo dei reflui, nel rispetto delle normative per la tutela ambientale;
  • integrare competenze di chimica, di biologia e microbiologia, di impianti e di processi chimici e biotecnologici, di organizzazione e automazione industriale, per contribuire all’innovazione dei processi e delle relative procedure di gestione e di controllo, per il sistematico adeguamento tecnologico e organizzativo delle imprese;
  • applicare i princìpi e gli strumenti in merito alla gestione della sicurezza degli ambienti di lavoro, del miglioramento della qualità dei prodotti, dei processi e dei servizi;
  • collaborare nella pianificazione, gestione e controllo delle strumentazioni di laboratorio di analisi e nello sviluppo del processo e del prodotto;
  • verificare la corrispondenza del prodotto alle specifiche dichiarate, applicando le procedure e i protocolli dell’area di competenza; controllare il ciclo di produzione utilizzando software dedicati, sia alle tecniche di analisi di laboratorio sia al controllo e gestione degli impianti;
  • essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui sono applicate.