Contenuto principale

Messaggio di avviso

La Direttiva MIUR del 18 settembre 2014, n. 11 (Priorità strategiche del Sistema Nazionale di Valutazione per gli anni scolastici 2014/15,2015/16 e 2016/17) afferma: “La valutazione è finalizzata al miglioramento della qualità dell'offerta formativa e degli apprendimenti e sarà particolarmente indirizzata:

- alla riduzione della dispersione scolastica e dell' insuccesso scolastico;

- alla riduzione delle differenze tra scuole e aree geografiche nei livelli di apprendimento degli studenti;

- al rafforzamento delle competenze di base degli studenti rispetto alla situazione di partenza;

- alla valorizzazione degli esiti a distanza degli studenti con attenzione all'università e al lavoro.”

Coerentemente con queste indicazioni ministeriali, l’Istituto ha individuato nel proprio R.A.V. le seguenti priorità:

AREA RAV: ESITI DEGLI STUDENTI (PRIORITÀ E TRAGUARDI)

 

Risultati scolastici

Priorità 1:

·         Riduzione della fascia di sufficienza negli esiti scolastici, in particolare quelli relativi agli esami di Stato.

Risultati attesi:

·         Riduzione del 2% degli esiti di non ammissione in particolare nelle classi iniziali.

·         Riduzione del 2% annuo delle valutazioni comprese fra 60 e 70 agli esami.

Priorità 2:

·         Miglioramento degli esiti nelle prove per classi parallele da parte degli alunni dell'Istituto.

Risultati attesi:

·         Miglioramento delle performance rilevate dalle prove per classi parallele nella misura del 5% rispetto alle prove precedenti.

Risultati nelle prove standardizzate nazionali

Priorità:

·         Miglioramento degli esiti nelle prove standardizzate di Italiano e Matematica da parte degli alunni del Biennio.

Risultati attesi:

·         Miglioramento delle performance rilevate nelle prove Invalsi nella misura del 5 per cento rispetto alle prove precedenti.

 

AREA RAV: PROCESSI (OBIETTIVI DI PROCESSO)

 

A fronte di dette priorità, l’Istituto ha individuato i seguenti obiettivi di processo, declinati nelle seguenti macro-aree:

 

AREA DI PROCESSO: Curricolo, progettazione e valutazione

 

·         Sostenere una programmazione centrata su competenze e su processi valutativi con prove esperte e strutturate.

·         Elaborare e realizzare percorsi didattici finalizzati al potenziamento di conoscenze, abilità e competenze.

 

AREA DI PROCESSO: Ambiente di apprendimento

·         Potenziare le attività e ammodernare gli ambienti laboratoriali.

·         Standardizzare e diffondere l'utilizzo di modalità didattiche innovative.

 

AREA DI PROCESSO: Inclusione e differenziazione

 

·         Formare più docenti su tematiche specifiche attinenti il settore dell'inclusione e differenziazione.

 

AREA DI PROCESSO: Continuità e orientamento

·         Rendere sistematiche le attività di continuità verticale e di riorientamento.

 

AREA DI PROCESSO: Orientamento strategico e organizzazione della scuola

·         Rendere sistematici la raccolta della documentazione e il monitoraggio delle performance dell'Istituzione.

·         Sperimentazione di nuove articolazioni del tempo scuola.

·         Riordino e ottimizzazione dei Dipartimenti.

 

AREA DI PROCESSO: Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

·         Incrementare la collaborazione nelle attività organizzative e diffondere il modello della learning organization.

·         Diffusione di un modello formativo basato su buone pratiche e la formazione tra pari.

 

AREA DI PROCESSO: Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

·         Costituzione del Comitato Tecnico Scientifico.

·         Incrementare e consolidare i rapporti con le imprese, gli enti, le associazioni e le Istituzioni del territorio anche ai fini delle attività di ASL.

·         Migliorare le relazioni con tutti i portatori di interesse.